Partito Popolare Milanese

Il primo VERO partito di tutti
 
IndiceIndice  Homepage PPMHomepage PPM  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  AccediAccedi  
E' ora attivo il nuovo ufficio sul forum2. Ti aspettiamo!
Ultimi argomenti
» Buonasera!
Sab 14 Mag 2016 - 18:34 Da Skioppo

» Un saluto
Ven 5 Feb 2016 - 15:21 Da pusu92

» statuto del partito popolare milanese
Mar 8 Dic 2015 - 9:23 Da Fiammola

» Eccomi
Mar 1 Dic 2015 - 17:44 Da pusu92

» buondì ^^
Gio 26 Nov 2015 - 12:43 Da Samuele82

» Alcune domande al PPM
Gio 28 Feb 2013 - 20:55 Da pusu92

» [SEZIONE]come partecipare senza essere iscritto
Lun 18 Feb 2013 - 17:01 Da pusu92

» MA CHE COS'HA IL PPM IN PIU' DEGLI ALTRI?
Dom 13 Gen 2013 - 11:25 Da Ospite

» MERCATO PAVIA
Mar 27 Nov 2012 - 19:48 Da Ospite

Chi è in linea
In totale c'è 1 utente in linea: 0 Registrati, 0 Nascosti e 1 Ospite

Nessuno

Il numero massimo di utenti online contemporaneamente è stato 26 il Mar 7 Apr 2015 - 22:28

Condividere | 
 

 [programma]senato diplomatico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
pusu92
Militante Supremo
Militante Supremo
avatar

Maschile Numero di messaggi : 5869
Età : 25
Data d'iscrizione : 09.05.10

MessaggioTitolo: [programma]senato diplomatico   Ven 2 Set 2011 - 14:16

Citazione :
Su modello del Senato Accademico dell'Università di Milano, vorremmo istituire anche un Senato Diplomatico per la Cancelleria ducale. E' nostra intenzione infatti fare in modo che la Cancelleria acquisti indipendenza e rapidità nel rispondere alle esigenze diplomatiche che ci legano al mondo intero, riservandosi le capacità di valutare i contatti stranieri grazie alla grande esperienza dei suoi funzionari.
Ovviamente, non bisognerà svincolare del tutto la Cancelleria dal Consiglio Ducale eletto dal popolo, pertanto vorremmo strutturare l'Istituto del Senato Diplomatico così: mentre il Duca e il Consiglio Ducale continueranno ad occuparsi della parte riguardante gli Stati Italici, ovvero i nostri vicini, valutando con attenzione le proposte che verranno rivolte loro tramite i nostri diplomatici, il Senato Diplomatico delibererebbe sulle questioni portate alla sua attenzione dagli ambasciatori che curano i contatti con il resto del mondo, garantendo velocità e competenza e alleggerendo il Consiglio in fatto di consultazioni e discussioni. Il Senato Diplomatico delibererebbe inoltre sulle questioni organizzative interne, sulle assegnazioni degli ambasciatori e su tutto ciò che concerne la gestione effettiva della Cancelleria.
Il Senato Diplomatico sarebbe strutturato così:
-Gran Ciambellano, presiede l'organo, è nominato dal Duca.
-I sei Consoli.
-Due ambasciatori eletti da tutto il corpo diplomatico in elezioni semestrali.
Per un totale di nove membri più -per le questioni meramente diplomatiche- l' intervento dell'ambasciatore che ha curato direttamente i contatti con la controparte, che svolge il ruolo di relatore e partecipa alla votazione come parte ben conoscitrice dei fatti.
Un esempio:
L'ambasciatore del Westmorland propone all'ambasciatore milanese un trattato di amicizia. Quest'ultimo lo rende noto al Ciambellano e prepara una relazione per il Senato Diplomatico.
In assemblea quindi si ritrovano il Ciambellano, i sei consoli, i due ambasciatori eletti e il diplomatico che ha curato i contatti con il Westmorland. Totale votanti: dieci. In caso di parità il voto del Ciambellano vale doppio.

a voi il parere
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Ven 2 Set 2011 - 16:09

Ovviamente d'accordo!!
Devo smetterla di fare questi interventi di spam!! Razz
Tornare in alto Andare in basso
Samuele82
Militante Supremo
Militante Supremo
avatar

Maschile Numero di messaggi : 1381
Età : 34
Località : RR: Piacenza
Data d'iscrizione : 22.09.09

MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Ven 2 Set 2011 - 19:51

Secondo me bisognerebbe anche parlare più approfonditamente di contatti tra il Senato Diplomatico e il Consiglio Ducale. In caso di stipula di trattati di questo tipo, è anche interesse del Consiglio sapere bene che cosa si chiede all'una e all'altra parte, anche se capisco che è impegnativo occuparsi di tutto.

Come principio però è buono. Smile

_________________
Ulteriora mirari, praesentia sequi.
("Guardare al futuro, stare nel proprio tempo" - Publio Cornelio Tacito)

Domina omnium et regina ratio.
("La ragione sia padrona e regina di tutti" - Marco Tullio Cicerone)

Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Sab 3 Set 2011 - 11:03

Si potrebbe introdurre una stringata relazione settimanale del Gran Ciambellano che informi il Consiglio Ducale dei trattati posti in essere e dei vari contatti e in cui stila un programma di massima dei trattati in esame la settimana successiva. Su questa base riceverebbe l' approvazione o meno del Consiglio Ducale.
Tornare in alto Andare in basso
pusu92
Militante Supremo
Militante Supremo
avatar

Maschile Numero di messaggi : 5869
Età : 25
Data d'iscrizione : 09.05.10

MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Sab 3 Set 2011 - 12:59

Thom sebbene io sono ambasciatore ancora non mi sono immedesimato nel ruolo quindi questo senato tocca a te dire come gestirlo
una cosa sola, per i trattati se sono quelli standard può mandarli avanti il senato, sempre informando il duca mentre se sono trattati particolari portarli all'attenzione del duca.

A te l'organizzazione xD
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Sab 3 Set 2011 - 17:13

Esatto, così come ho cercato di delineare... i paesi lontani non sono così importanti!! Smile

Credo che con una relazione periodica saremmo a posto. Così:

[quote]
Su modello del Senato Accademico dell'Università di Milano, vorremmo istituire anche un Senato Diplomatico per la Cancelleria ducale. E' nostra intenzione infatti fare in modo che la Cancelleria acquisti indipendenza e rapidità nel rispondere alle esigenze diplomatiche che ci legano al mondo intero, riservandosi le capacità di valutare i contatti stranieri grazie alla grande esperienza dei suoi funzionari.
Ovviamente, non bisognerà svincolare del tutto la Cancelleria dal Consiglio Ducale eletto dal popolo, pertanto vorremmo strutturare l'Istituto del Senato Diplomatico così: mentre il Duca e il Consiglio Ducale continueranno ad occuparsi della parte riguardante gli Stati Italici, ovvero i nostri vicini, valutando con attenzione le proposte che verranno rivolte loro tramite i nostri diplomatici, il Senato Diplomatico delibererebbe sulle questioni portate alla sua attenzione dagli ambasciatori che curano i contatti con il resto del mondo, garantendo velocità e competenza e alleggerendo il Consiglio in fatto di consultazioni e discussioni. Il Senato Diplomatico delibererebbe inoltre sulle questioni organizzative interne, sulle assegnazioni degli ambasciatori e su tutto ciò che concerne la gestione effettiva della Cancelleria.
Il Senato Diplomatico sarebbe strutturato così:
-Gran Ciambellano, presiede l'organo, è nominato dal Duca.
-I sei Consoli.
-Due ambasciatori eletti da tutto il corpo diplomatico in elezioni semestrali.
Per un totale di nove membri più -per le questioni meramente diplomatiche- l' intervento dell'ambasciatore che ha curato direttamente i contatti con la controparte, che svolge il ruolo di relatore e partecipa alla votazione come parte ben conoscitrice dei fatti.
Un esempio:
L'ambasciatore del Westmorland propone all'ambasciatore milanese un trattato di amicizia. Quest'ultimo lo rende noto al Ciambellano e prepara una relazione per il Senato Diplomatico.
In assemblea quindi si ritrovano il Ciambellano, i sei consoli, i due ambasciatori eletti e il diplomatico che ha curato i contatti con il Westmorland. Totale votanti: dieci. In caso di parità il voto del Ciambellano vale doppio.

Il Senato Diplomatico, inoltre, non sarebbe mai svincolato del tutto dal Consiglio Ducale, infatti il Gran Ciambellano sarebbe tenuto -nelle nostre intenzioni- a riportare settimanalmente l'operato del Senato Diplomatico al Duca o alla Duchessa, indicando i trattati in esame e, sulla base di queste relazioni, verrebbe o meno confermato nell'incarico di fiducia.
Tornare in alto Andare in basso
pusu92
Militante Supremo
Militante Supremo
avatar

Maschile Numero di messaggi : 5869
Età : 25
Data d'iscrizione : 09.05.10

MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Sab 3 Set 2011 - 19:33

dire che il consiglio discute sui trattati con i paesi italici e dello sring...
Per il resto andrebbe bene...
A voi la parola.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Sab 3 Set 2011 - 20:40

considerato che il mandato del gran ciambellano è bimestrale l'nica cosa che fare sarebbe eleggere ogni 2 mesi anche i 2 ambasciatori!
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Dom 4 Set 2011 - 12:36

Giusto, Odino!!!


Citazione :
Su modello del Senato Accademico dell'Università di Milano, vorremmo istituire anche un Senato Diplomatico per la Cancelleria ducale. E' nostra intenzione infatti fare in modo che la Cancelleria acquisti indipendenza e rapidità nel rispondere alle esigenze diplomatiche che ci legano al mondo intero, riservandosi le capacità di valutare i contatti stranieri grazie alla grande esperienza dei suoi funzionari.
Ovviamente, non bisognerà svincolare del tutto la Cancelleria dal Consiglio Ducale eletto dal popolo, pertanto vorremmo strutturare l'Istituto del Senato Diplomatico così: mentre il Duca e il Consiglio Ducale continueranno ad occuparsi della parte riguardante gli Stati Italici e il Sacro Romano Impero Germanico, ovvero i nostri vicini, valutando con attenzione le proposte che verranno rivolte loro tramite i nostri diplomatici, il Senato Diplomatico delibererebbe sulle questioni portate alla sua attenzione dagli ambasciatori che curano i contatti con il resto del mondo, garantendo velocità e competenza e alleggerendo il Consiglio in fatto di consultazioni e discussioni. Il Senato Diplomatico delibererebbe inoltre sulle questioni organizzative interne, sulle assegnazioni degli ambasciatori e su tutto ciò che concerne la gestione effettiva della Cancelleria.
Il Senato Diplomatico sarebbe strutturato così:
-Gran Ciambellano, presiede l'organo, è nominato dal Duca.
-I sei Consoli.
-Due ambasciatori eletti da tutto il corpo diplomatico in elezioni bimestrali, con la stessa scadenza del Gran Ciambellano.
Per un totale di nove membri più -per le questioni meramente diplomatiche- l' intervento dell'ambasciatore che ha curato direttamente i contatti con la controparte, che svolge il ruolo di relatore e partecipa alla votazione come parte ben conoscitrice dei fatti.
Un esempio:
L'ambasciatore del Westmorland propone all'ambasciatore milanese un trattato di amicizia. Quest'ultimo lo rende noto al Ciambellano e prepara una relazione per il Senato Diplomatico.
In assemblea quindi si ritrovano il Ciambellano, i sei consoli, i due ambasciatori eletti e il diplomatico che ha curato i contatti con il Westmorland. Totale votanti: dieci. In caso di parità il voto del Ciambellano vale doppio.

Il Senato Diplomatico, inoltre, non sarebbe mai svincolato del tutto dal Consiglio Ducale, infatti il Gran Ciambellano sarebbe tenuto -nelle nostre intenzioni- a riportare settimanalmente l'operato del Senato Diplomatico al Duca o alla Duchessa, indicando i trattati in esame e, sulla base di queste relazioni, verrebbe o meno confermato nell'incarico di fiducia.
Inoltre il Duca avrà accesso in tutto il Castello Sforzesco e potrà opporre la sua volontà ad ogni trattato.


Ultima modifica di Thomaskeion il Lun 5 Set 2011 - 10:46, modificato 1 volta
Tornare in alto Andare in basso
TRuX
Consigliere Ducale
Consigliere Ducale
avatar

Numero di messaggi : 1697
Età : 26
Data d'iscrizione : 26.12.08

MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Dom 4 Set 2011 - 22:26

Metterei anche che il Duca ha accessi in tutte le stanze e può intervenire dove e come vuole in qualunque discussione con qualunque paese e che una volta stipulato un trattato deve firmarlo in ogni caso il Duca. Ovvero fa fare tutto il lavoro alla Cancelleria e infine a Trattato concluso lo firma.
Tornare in alto Andare in basso
pusu92
Militante Supremo
Militante Supremo
avatar

Maschile Numero di messaggi : 5869
Età : 25
Data d'iscrizione : 09.05.10

MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Mer 7 Set 2011 - 3:51

discussione conclusa e messa nel programma.
Tornare in alto Andare in basso
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   Mer 7 Set 2011 - 11:32

Ah, ho messo le modifiche chieste da Trux.
Tornare in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: [programma]senato diplomatico   

Tornare in alto Andare in basso
 
[programma]senato diplomatico
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» non è un film ma il programma di fazio e saviano è per me stupendo....
» Prima FIVET in programma..
» Programma di religione...
» sto cambiando
» TRATTATO RIGUARDO LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI TRA FIRENZE E OLANDA

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Partito Popolare Milanese :: Elezioni Ducali di Settembre 1459-
Andare verso: